La giusta alimentazione per chi scia

Blog

Questo è l’ultimo week end di festa e molti di noi si recheranno in montagna, è utile conoscere la giusta alimentazione per chi scia oltre un buon allenamento per non perdere subito le energie.

Quando sciamo fondo o discesa libera il nostro corpo ha fabbisogni particolari?

In generale no, anche se è essenziale una buona fonte di energia rappresentata dai carboidrati complessi nella giusta quantità associati alle proteine fondamentali per il mantenimento muscolare.
I grassi sebbene siano una notevole fonte di energia sono più difficili da digerire, prolungando i tempi di digestione possono compromettere le prestazioni.

Quali alimenti non devono mancare a colazione?

Sappiamo tutti che la colazione è il pasto fondamentale, perché fornisce l’energia necessaria per affrontare le prime ore della mattinata.
Deve essere composta da: una tazza di te o caffè un vasetto di yogurt magro 3/4 fette di pane integrale con marmellata o miele e si può aggiungere un frutto o una spremuta d’arancia

Spuntini?

Un pezzetto di cioccolato fondente o 2 pezzetti di parmigiano reggiano.

Pausa pranzo leggera ma nutriente

Un piatto unico formato da pasta con legumi oppure una zuppa calda con cereali e legumi (fagioli, piselli, lenticchie, ceci).
Le zuppe hanno il vantaggio di scaldare il corpo, sono sazianti.
Una variante può consistere in un piatto di polenta con carne.
Da evitare il cibo estremamente grasso e l’utilizzo di formaggi molto calorici.

Bere alcool per chi scia?

Sconsigliato è il famoso “bombardino è spesso utilizzato per scaldare il corpo ma è una sensazione momentaneamente dovuta alla vasodilatazione prodotta dal grado alcolico. Le calorie ingerite sono notevoli a fronte di un effimero effetto positivo.

La cena in baita?

L’attività fisica fatta durante la giornata scatena la fame che non va compensata a cena ipercalorica, è necessario quindi, limitare i cibi grassi o troppo elaborati.
Se a pranzo si è mangiato il primo piatto, a cena scegliere un secondo di carne accompagnato da verdure.
Un bicchiere di vino rosso è consentito anzi consigliato per la sua particolare ricchezza in antociani e flavoni.

La giusta alimentazione per chi scia è quindi equilibrata e leggera per consentire un’ottima digestione e la giusta energia per affrontare il freddo e l’intensa attività fisica sulla neve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *