Zenzero: radice prodigiosa

Blog

Lo zenzero è una spezia eccezionale, capace di attaccare le cellule adipose eliminando anche i liquidi in eccesso e gonfiore addominale. Usato da millenni in cucina e come rimedio fitoterapico, grazie a recenti studi che ne hanno provato la sua capacità dimagrante, stà diventando sempre più amato e utilizzato da molte donne. Ne avevamo parlato in parte in questo articolo http://www.benesseredellessere.it/consiglio-metabolismo-lento-aiutiamolo-con-le-spezie/
download
Ma vediamo più da vicino i suoi benefici.

  • Lo zenzero grazie alla sua composizione unica, ha la capacità di aiutarci perchè agisce direttamente sul tessuto adiposo, favorendo lo scioglimento dei grassi, che vengono utilizzati per produrre energia; gli adipociti si “svuotano” dei grassi che contengono e il fisico si snellisce. Riesce ad attaccare anche il grasso che circonda gli organi presenti nell’addome, il primo da eliminare, perchè rappresenta un rischio anche per il cuore. Grazie ai suoi principi attivi stimola la termogenesi, quel processo che porta a generare calore bruciando i grassi, merito del gingerolo (da qui il nome ginger).
  • Grazie a questa spezia si riduce l’indice di massa corporea, importante parametro per il benessere cardiovascolare.
  • Lo zenzero diminuisce la presenza di grassi nel sangue
  • Il suo utilizzo attiva il metabolismo, continuando a bruciare in modo costante e regolare i grassi. Dunque aiuta ad evitare l’effetto yo-yo tanto temuto
  • Riduce l’assorbimento degli zuccheri, bloccandone il loro assorbimento a livello intestinale, così ne assimili meno. Grazie ai polifenoli presenti in questa radice l’azione ingrassante degli zuccheri è contrastata, e si mantengono anche i livelli corretti di glicemia. Proprio questa sua capacità di aiutare il corpo a gestire lo zucchero ha fatto considerare questa radice un rimedio utile per la prevenzione del diabete e della resistenza insulinica, una condizione che è strettamente collegata all’aumento di peso, perchè deriva dall’incapacità delle cellule di utilizzare proprio gli zuccheri come carburante per produrre energia.
  • Lo zenzero aiuta a combattere gonfiori e fermentazioni. Stimola la secrezione di succhi biliari ed enzimi ed è grazie a queste sostanze che si evita quel gonfiore addominale del dopo pasto. Ma non si ferma qui, esso và più a fondo; favorendo la crescita di una flora intestinale sana e limitando l’azione di quei “batteri cattivi” che sono responsabili di innescare i processi fermentativi. Lo zenzero è in grado di assorbire l’aria in eccesso che è presente nell’intestino, con un’azione “pancia piatta” che si può avvertire già appeabdominal_swellingna dopo mangiato.
  • L’azione stimolante dello zenzero è particolarmente preziosa in questo periodo dell’anno, dove con il ridursi delle ore di luce, la tiroide subisce un rallentamento che può ripercuotersi sull’intero metabolismo aumentando la tendenza del corpo ad accumulare grasso. Lo zenzero mantiene attiva la ghiandola tiroidea, favorendo così la perdita di peso.

Prossimamente pubblicheremo un articolo sulle sue proprietà fitoterapiche e delle ricettine per un utilizzo ottimale di questa preziosa spezia.