Consiglio: abbronzatura sicura e duratura

Blog Consigli della settimana

Finalmente ci siamo! è arrivato il caldo e il sole e con loro la voglia di vivere sempre più all’aperto le nostre giornate; non  dimenticatevi però che la protezione non và messa solo in vacanza.
La vostra pelle merita protezione ogni giorno, ed una pelle protetta si abbronza meglio e per un tempo maggiore, rispetto ad una pelle “scottata”.
Oltre alle classiche creme solari, mi raccomando leggete sempre l’INCI quando acquistate una crema, potete iniziare a controllare la vostra dieta alimentare, in modo da assumere alimenti ricchi di carotenoidi; i pigmenti anti-ossidanti presenti negli ortaggi del gruppo giallo-arancio (carote, peperoni, zucca, albicocche, arance, cachi, limoni, mandarini, meloni, pesche e pompelmi) e blu-viola (melanzane, radicchio, fichi, frutti di bosco, prugne, uva nera).
Di “carotenoidi” ne esistono ben 600 diversi tipi: beta-carotene, astaxantina, licopene, luteina e zeaxantina sono i più utilizzati per gli integratori per l’abbronzatura:
– il beta carotene viene convertito nel nostro organismo in vitamina A, che stimola la sintesi di collagene e di succhimelanina;
– l’astaxantina è un noto anti-fotosensibilizzante che riduce gli effetti collaterali delle radiazioni solari;
– il licopene stimola la rigenerazione del collagene della pelle e favorisce il mantenimento dell’elasticità cutanea;
– la luteina è un anti-ossidante ed un anti-infiammatorio naturale, utile anche per lenire il rossore;
– la zeaxantina è un antiossidante naturale.
Per fare il pieno di carotenoidi anche con l’alimentazione, è utile sapere in quali cibi si trovano:
– il beta-carotene è contenuto in elevate quantità nelle patate dolci, carote, spinaci, cavoli, broccoli, bietole, zucca, e peperoni rossi;
– l’astaxantina è un carotene tipico dell’alga Haematococcus pluvialis, che in genere si assume mangiando gamberi, salmone e trota salmonata;
– il licopene è presente nel pomodoro e la cottura lo rende addirittura più facilmente assimilabile dal nostro organismo;
– la luteina è presente sia in alimenti di origine animale, come ad esempio l’uovo, sia origine vegetale, come cavoletti di Bruxelles e spinaci;
– la zeaxantina è un carotene che si trova nei chicchi del mais, nel tuorlo d’uovo, nei peperoni rossi, negli spinaci, nei broccoli e nel radicchio rosso;
L’assorbimento di tutti i carotenoidi degli alimenti è favorito dalla presenza dei grassi: è sempre utile, quindi, “condirli” (moderatamente) con olio extravergine, magari aggiunto a crudo alla ricetta pronta. Inoltre la cottura ha su tutti i carotenoidi un effetto favorevole e li rende più disponibili.
Vitamina C: ha un forte effetto anti-ossidante ed è fondamentale per la sintesi del collagene. La vitamina C non vienebeta sintetizzata dal corpo umano per cui l’unica fonte di vitamina C è il cibo.
Alimenti ricchi di vitamina C sono gli agrumi, i kiwi, i peperoni, i pomodori e gli ortaggi a foglia verde. Frutta e verdura conservate a lungo prima del consumo, oppure cotte, perdono fino al 75% del contenuto di vitamina C.
Vitamina E: protegge i lipidi cutanei dai radicali liberi.
Alimenti ricchi di vitamina E sono: oli vegetali (germe di grano), cereali integrali, uova, fegato, legumi, frutta secca e verdura a foglia verde. La vitamina E degli alimenti si assorbe meglio in presenza di grassi, pertanto è sempre utile “condirla” con olio extravergine di oliva.
Per evitare che all’abbronzatura seguano sensibilizzazioni della pelle e reazioni allergiche, non mettete profumi o acque per il corpo a base alcolica prima di esporvi al sole; se assumete farmaci chiedete consiglio al medico.